Quanto costa uno sfratto?

Tag 26 Agosto 2019  |
(5,00 su 5)
Loading...

Preventivo per uno sfratto: facciamo due calcoli

Per fare uno sfratto ci vuole un avvocato. Facciamo un preventivo su quanto costa un sfratto e nello specifico quanto ci costa l’avvocato.

Preliminarmente evidenzio che la procedura di sfratto rientra tra i procedimenti speciali del nostro codice e trova un espressa previsione nel tariffario forense.

In fondo all’articolo potrai trovare un paragrafo relativo alle nostre tariffe convenzionate in caso di sfratto per morosità.

Costi di avvio della procedura di sfratto in Tribunale

A prescindere dal costo dell’avvocato, ci sono delle spese fisse da pagare allo Stato per poter avviare la procedura di sfratto.

Schematicamente abbiamo:

  • Contributo Unificato, il cui importo varia a secondo del valore della causa;
  • Marca da bollo per diritti di segreteria per un importo fisso di € 27,00;
  • ulteriori spese vive quali ad esempio le spese di notifica effettuate.

Per avere un idea dell’importo che si deve pagare a titolo di contributo unificato, riportiamo che:

  • il valore di un procedimento per sfratto per morosità si calcola sommando il valore dei canoni insoluti;
  • calcolato l’importo del valore della causa dovrai fare riferimento al aggiornato al D.L. 132/2014 (decreto giustizia)e al D.L. 90/2014. Trattandosi di procedimento speciale il contributo unificato è ridotto della metà.

Schematicamente abbiamo:

  • Valore fino a € 1.100,00 sarà necessario un contributo € 21,50 (€ 43,00 ridotto della metà);
  • Valore superiore a € 1.100,00 e fino a € 5.200,00, avremo un contributo unificato di € 49,00;
  • Valore superiore a € 5.200,00 e fino a € 26.000,00, avremo un contributo unificato di € 118,50;
    Valore superiore a € 26.000,00 e fino a € 52.000,00, avremo un contributo unificato di € 259,00;
  • Valore superiore a € 52.000,00 e fino a € 260.000,00, avremo un contributo unificato di € 379,50;
  • Valore superiore a € 260.000,00 e fino a € 520.000,00, avremo un contributo unificato di € 607,00;
  • Valore superiore a € 520.000,00, avremo un contributo unificato di € 843,00.

A riguardo segnaliamo la seguente quanto costa uno sfratto: contributo unificatotabella del contributo unificato.

Si evidenzia pertanto che il costo da corrispondere allo stato cresce in funzione del valore della causa stante il diverso scaglione di riferimento.

Le spese vive: costo delle notifiche

Come già anticipato per poter avviare la procedura di sfratto sarà necessario notificare gli atti all’inquilino moroso.

Sicuramente la prima notifica da fare (prescindendo dalla possibile messa in mora) è l’atto di intimazione di sfratto con contestuale citazione per l’udienza di convalida.

Una notifica effettuata tramite gli Ufficiali Giudiziari ha un costo variabile che dipende dalla tipologia di notifica e distanza. In linea di massima si può preventivare un costo di circa € 10 a notifica.

È opportuno sottolineare che nell’arco di tutto il procedimento di sfrato e l’eventuale successiva fase esecutiva le notifiche da effettuare sono diverse e molteplici. Pertanto anche tale spese potrebbe incidere sul costo globale della procedura di sfratto.

Quanto costa uno sfratto: la parcella avvocato per sfratto

Per capire quanto costa uno sfratto, dopo avere individuato i costi fissi andiamo ad analizzare quanto potrebbe costare la parcella dell’avvocato per una procedura di sfratto.

I compensi professionali sono tabellati dal relativo tariffario professionale al riquadro “Procedimenti per convalida locatizia“.

Anche in questo caso il compenso dell’avvocato cresce all’aumentare del valore della causa.  Ad esempio la tabella di riferimento prevede per uno sfratto con valore da €1.100,01 ad € 5.200 i seguenti importi:

  1. Fase di studio della controversia: € 505,00;
  2. Fase introduttiva del giudizio: € 470,00;
  3. Fase istruttoria e/o di trattazione: 135,00;
  4. Fase decisionale: € 405,00

La totalità delle voci predette riporta un totale di circa € 2.000,00.

Il valore indicato è da intendersi quale valore medio il quale ai sensi della normativa può essere risotto o aumentare in ragione dei posizione nello specifico. Le nostre tariffe convenzionate comportano una sensibile riduzione rispetto agli importi standard ministeriali.

Parcella per lo sfratto e relative fasi

I compensi sopra descritti e previsti dal tariffario professionale sono relativi alla procedura di sfratto sino all’ottenimento della convalida dello sfratto azionato.

Sebbene il Giudice abbia disposto il rilascio dell’immobile e la risoluzione del contratto, l’inquilino potrebbe decidere di non andare via di sua spontanea volontà.

Da ciò si aprirà un fase eventuale che è quella dell’esecuzione forzata.

Anche questa fase viene tabellata nel tariffario forense e precisamente si dovrà fare al riquadro relativo all’atto di precetto (fase preliminare all’esecuzione) e quello delle procedure esecutive presso terzi, per consegna e rilascio in forma specifica.

In merito riporto la costo per sfratto: la parcella dell'avvocatotabella dei parametri contenuta nella gazzetta ufficiale di riferimento.

Le nostre tariffe convenzionate

Nell’interesse del cliente è opportuno procedere con fasi e step separati.

Molto spesso accade infatti che la mera lettera di diffida da parte dello studio legale sensibilizzi l’inquilino a lasciare l’immobile evitando le probabili conseguenze della diffidata azione legale.

Pertanto la nostro policy è di non chiedere alcun acconto preventivo ma procedere per step. Se la lettera di diffida risulterà sufficiente a risolvere la posizione al cliente, non vi sarà alcuna necessità di sostenere ulteriori spese.

NOTA BENE
Talvolta invece accade che l’avvocato si faccia anticipare un acconto di circa € 1.000 al conferimento dell’incarico. La posizione magari si risolve semplicemente con una lettera di messa in mora ma al cliente non verrà restituita alcuna parte delle somme anticipate.

Sulla base delle nostre tariffe convenzionate, lo studio della posizione con relativa redazione della lettera di messa in mora e diffida avrà un costo fisso totale di:

  • € 75,00 già compreso di  ogni voce (IVA, spese generali, oneri di legge e spese postali).

Successivamente alla diffida, laddove la posizione non dovesse risolversi in bonis verrà formulato un preventivo di spesa in ragione posizione specifica.

Si sottolinea che il cliente non sarà in alcun modo obbligato ad accettare il preventivo formulato o proseguire con il legale incaricato.

Tramite il modulo sottostante è possibile contattare lo studio legale di riferimento al fine di avere un parere sommario o un breve consulto sulla propria problematica.
La compilazione e l'invio dello stesso non comporta alcun onere o spesa da parte del richiedente.
Dopo aver ricevuto il parere preliminare, laddove vi siano i presupposti, l'utente potrà decidere liberamente se affidare o meno la propria posizione allo studio legale di competenza.
Cordialità.
Nome :
Cognome :
Città :
Provincia :
Telefono :
E-mail :* il riscontro verrà fornito tramite mail

Oggetto :

Vi contatto per esporre quanto segue:

* tutti i campi sono obbligatori

Accetto le condizioni per l'utilizzo del servizio ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali in conformità alle finalità di cui all' Informativa sulla Privacy.

feedback
I Feedback dei nostri clienti