Ritiro patente a causa di reato

Tag 02 Giugno 2013  |
Nessun voto espresso
Loading...

Guida in stato di ebbrezza? Patente sospesa

Un caso frequente di sospensione e ritiro della patente di guida è quella connessa alla commissione di un ipotesi di reato.

Reato frequente è quello di guida in stato di ebrezza ovvero sotto sostanze stupefacenti.

L’ipotesi di sospensione in questi casi è disciplinata dagli artt. 220-224 del C.d.S.

Altro caso è quello dell’ipotesi di “danni alle persone”.

Il giudice applica con sentenza di condanna le sanzioni amministrative pecuniarie previste, e la sanzione accessoria della sospensione della  patente : da quindici giorni a tre mesi nelle ipotesi di lesione colposa, da uno a sei mesi nel caso di lesione personale colposa grave, da due mesi ad un anno nel caso di omicidio colposo, da tre mesi ad un anno in caso di omissione di soccorso.

Evidente che il periodo della sospensione varia in relazione alla dinamica del fatto, al titolo del reato, alla gravità delle lesioni riportate dalle persone coinvolte.

Spetta all’agente che ha verificato il sinistro, procedere al  ritiro  immediato della  patente  e alla contestuale trasmissione, unitamente al rapporto, entro 10 giorni, alla prefettura del luogo della commessa violazione.

Ricevuti gli atti il prefetto, sentito il competente ufficio della direzione generale della m.c.t.c. che deve esprimere parere entro quindici giorni dalla ricezione del rapporto, dispone, ove sussistano fondati elementi, la sospensione provvisoria della validità della  patente  fino ad un massimo di un anno dandone comunicazione alla prefettura del luogo di residenza di chi ha commesso la violazione.

Nei casi in cui non è possibile procedere al  ritiro  immediato, il prefetto ordina al titolare di consegnare la  patente  entro cinque giorni dalla comunicazione dell’ordinanza, indipendentemente dalla formale notifica del provvedimento a suo carico.

Natura della sospensione della patente

La sospensione della  patente  ha natura cautelare, essendo volta ad evitare che il conducente di autoveicoli coinvolto in un incidente stradale e del quale si può presumere indiziariamente la responsabilità, continui a circolare sino a quando non sia stata provata la sua mancanza di colpa.

Tanto più si giustifica tale cautela quanto dall’incidente siano scaturite gravi lesioni personali e risulti che la guida era avvenuta con grave violazione delle norme che impongono dopo l’accertamento giudiziario, la revoca della  patente.

L’ordinanza di sospensione è adottata, in via cautelativa e provvisoria, dal prefetto del luogo della commessa violazione nei quindici giorni successivi al ricevimento degli atti, in attesa che il giudice applichi con sentenza penale di condanna le sanzioni amministrative pecuniarie e quelle accessorie.

Tramite il modulo sottostante è possibile contattare lo studio legale di riferimento al fine di avere un parere sommario o un breve consulto sulla propria problematica.
La compilazione e l'invio dello stesso non comporta alcun onere o spesa da parte del richiedente.
Dopo aver ricevuto il parere preliminare, laddove vi siano i presupposti, l'utente potrà decidere liberamente se affidare o meno la propria posizione allo studio legale di competenza.
Cordialità.
Nome :
Cognome :
Città :
Provincia :
Telefono :
E-mail :* il riscontro verrà fornito tramite mail

Oggetto :

Vi contatto per esporre quanto segue:

* tutti i campi sono obbligatori

Accetto le condizioni per l'utilizzo del servizio ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali in conformità alle finalità di cui all' Informativa sulla Privacy.

feedback
I Feedback dei nostri clienti